La scienza ingegneristica applicata agli sport

sportQuando si parla di scienza ed ingegneria ci sono vari campi di applicazione, uno di essi è lo sport. L’attività sportiva è alla ricerca di un costante miglioramento di sé stessa, sotto ogni aspetto, da quello tecnologico fino a quello edile.

Prendiamo ad esempio il calcio, lo sport più amato dagli italiani. Il “pallone” è molto cambiato rispetto a qualche anno fa. Oggi ci sono sempre più strumenti di ingegneria che ne sono parte integrante, come ad esempio le telecamere per la moviola, i sensori per identificare se la palla ha completamente attraversato la linea di porta o, a livello di sicurezza, degli stadi progettati con attenzione e precisione.

Quando si parla di ingegneria e sport, probabilmente l’eccellenza è raggiunta dalla Formula 1. Le vetture guidate dai vari Rosberg, Hamilton e Alonso sono completamente elettroniche, dall’accelerazione fino alla frenata, sviluppate da ingegneri che ne curano ogni singola parte con il massimo dell’accortezza. Tra gli sport di velocità, anche la Moto GP sta migliorando il suo rapporto con la tecnologia e con l’ingegneria, anche se più lentamente rispetto alle auto.

Gli ingegneri devono occuparsi anche dell’aspetto sicurezza degli sport, sviluppando soluzioni che permettano di poter ammirare i propri campioni in maniera sempre più tranquilla e serena. Da questo punto di vista, gli stadi di calcio o gli spalti di Formula 1 sono pensati per offrire protezione agli spettatori.

Lo sport sta progredendo anche grazie ai meriti della scienza e dell’ingegneria, concetti così generalmente validi che trovano applicazioni concrete ed utili in ogni settore, come abbiamo potuto vedere.